LA FORMICUZZA E LO SCARRAFONE

di  Tiziana Lucattini, ispirato a Il brutto anatroccolo di H.C. Andersen

dai tre anni

Nella nostra trasposizione Brutto o bello scompaiono come  categorie, restano solo nell’occhio di chi guarda: la formicuzza trova brutto e grosso lo scarrafone, gli scarrafoni  trovano brutte e secche le formicuzze. Ma le differenze, se si riconoscono, si accolgono e si valorizzano diventano ricchezza e possibilità. Il racconto invita fin da piccoli ad apprezzare l’altro, il diverso, per edificare insieme una socierà accogliente e multiculturale.

Teatro d’attore

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento